SANATEC GROUP

Articoli

mercoledì 18 ottobre 2017

Preventivi On-line

Sanatec Group offre la possibilità di richiedere preventivi gratuiti on-line
Clicca qui
Oppure contattaci
Numero Verde Sanatec

Negozio On-line

Sanatec - Vendita Prodotti Professionali Disinfestazione
Acquista Prodotti Professionali

Nuovi Accessi Area Riservata

Sanatec ha realizzato un Nuovo Sistema di Accesso all'Area Riservata
Clicca qui per accedere

Area Riservata: Utenti

Azienda
Utente
Password

Link Utili

Previsioni Meteo
Calcola il tuo percorso
Traffico in tempo reale

INTERVISTA SU RADIO 24


Leggi l' articolo ...

Solidarietà

Arco Onlus
Arco Onlus

Direttiva Biocidi

In data 8 agosto 2006 è stato pubblicato sulla GU il decreto del ministero della salute dal titolo:

“Revoca delle autorizzazioni dei presidi medico-chirurgici e divieto di immissione sul mercato, ai sensi dell’articolo 4, del regolamento (CE) n. 2032/2003”

Il decreto rappresenta la prima vera e propria conseguenza della Direttiva Biocidi (BPD) in Italia. Esso stabilisce che a partire dal 1° settembre 2006 sono revocate le registrazioni di presidi medico-chirurgici contenenti una serie di principi attivi elencati in vari allegati della BPD. A decorrere dalla medesima data, i presidi revocati non possono più essere immessi sul mercato nè vi possono essere mantenuti.

I principi attivi coinvolti sono quelli che non erano stati difesi da alcuna Società Europea. Fra i più interessanti possiamo annotare il carbaryl, il dimetoato, l’ergo e il colecalciferolo, il triclorfon, il fenthion, la sulfachinossalina, il cumacloro, il difacinone, il metoprene, il fenoxicarb e la paraidrossifenil sacilamide (p.a. del FUMISPORE). Il decreto, invece, sospende i suoi effetti per i PMC contenenti temefos che perciò potrà essere commercializzato anche dopo l’inizio di settembre, senza però specificare fino a quando.

Oltre a questo, il decreto proibisce l’immissione ed il mantenimento sul mercato dei biocidi attualmente in libera vendita (quindi non PMC) che contengono principi attivi non notificati. In questo caso si parla degli attrattivi o dei repellenti contenuti per esempio nelle trappole collanti o in quelle per le mosche. In realtà, in altri documenti, viene specificato che i sistemi di cattura se utilizzati per il monitoraggio non sono considerati biocidi. La situazione di questi prodotti non è perciò al momento ancora chiara.

Le conseguenze del decreto non si limitano alla commercializzazione dei suddetti prodotti. L’art. 8 del decreto, recita:

“ ... dal 1° settembre 2006 è vietato l’impiego presso terzi, da parte di operatori professionali, dei prodotti di cui agli articoli 1, 2 e 3.”

Stabilito questo, dopo il 1° settembre i PMC in questione non possono più essere venduti, nè utilizzati per conto terzi da parte di professionisti. Se invece un utilizzatore finale, es. un privato o un’industria alimentare, l’ha acquistato prima del 1° settembre può continuare ad utilizzarlo per i suoi usi personali.

Articoli Generale

Articoli Calendario Interventi

Sanatec Srl Chi Siamo | Mappa del sito | Privacy Policy | Contatti | Credits | ©2007 Sanatec Group Valid XHTML 1.0 TransitionalValid XHTML 1.0 Transitional